La Biblioteca dell’Evasione al carcere di Bancali

03072014104851_sm_8119

Immagine tratta da: http://libreriamo.it/wp-content/uploads/2015/08/03072014104851_sm_8119.jpg

La Biblioteca dell’Evasione è un progetto che mette a disposizione dei detenuti libri, fumetti e riviste. L’obiettivo della stessa è di creare un rapporto di scambio con i detenuti, come recita il nome stesso, per far conoscere le realtà entro le galere e rompere l’isolamento che questa società instaura nei confronti del carcere e dei carcerati.

Nella giornata di sabato 18 giugno 2016, la Biblioteca dell’Evasione ha voluto discutere con il popolo la questione orari di prenotazione dei colloqui da parte dei familiari dei detenuti del carcere di Sassari, nella frazione di Bancali.

Diverse lamentele sono state ricevute da parte dei familiari riguardo la difficoltà di fissare il colloquio con il proprio caro. A tal proposito è stato fatto compilare loro un questionario  durante l’attesa per le visite: non solo si sono soffermati a compilare i moduli a crocette, ma si sono trattenuti a parlare con gli attivisti della Biblioteca dell’Evasione, sottolineando altre cose che non vanno, una fra le tante l’attesa per l’ingresso, che spesso supera l’ora e mezza.

La giornata è, quindi, il primo passo di una battaglia che la Biblioteca intraprende al fianco dei familiari, per far sì che questi possano avere la possibilità di fissare l’appuntamento per il colloquio chiamando in più giorni e in una più ampia fascia oraria, dando la possibilità di organizzarsi a chi lavora e/o a chi viene da fuori Sassari, e così evitando che un familiare non possa vedere il proprio caro solamente perché non è riuscito a trovare la linea telefonica libera per fissare il colloquio.

Durante la giornata è stato distribuito un volantino informativo sull’ergastolo ostativo insieme alla proposta di mobilitazione, proposta dai detenuti del carcere di Catanzaro che invita tutti, detenuti e liberi cittadini, a manifestare in forme diverse in solidarietà alla protesta.

Per saperne di più: https://sidealibera.noblogs.org/biblioteca-dellevasione/