Contestato il SI-ndaco di Sassari

Grafica del FIU per il referendum
Grafica del FIU per il referendum

Una “Passeggiata ombra per il NO” è ciò che ieri un gruppo di militanti del Fronte di Sassari ha effettuato lungo il percorso scelto dal sindaco Nicola Sanna, da piazza Tola fino ad arrivare in Via Luzzatti.
I militanti hanno dato vita all’azione con dei manifesti appuntati addosso, che riportavano la scritta “A su refendum deo voto No”, per poi fermare i passanti e fare controinformazione. A pochi passi da Nicola Sanna che, attorniato da una “piccola corte” e scortato dalla polizia urbana, fermava i passanti per spiegare le sue ragioni per votare Si, gli indipendentisti contestavano il sindaco renziano.

15284823_10209998321146385_1321732058032173450_nA tal proposito il Fronte fa notare che esiste la Circolare del Ministero dell’Interno sul “Divieto per le pubbliche amministrazioni di svolgere attività di comunicazione“, lasciando liberi gli esponenti politici di fare propaganda soltanto in quanto cittadini, circolare a cui il sindaco Sanna non si è attenuto, chiamando la sua iniziativa “Basta un SIndaco”

Secondo il Fronte, il sindaco Sanna, come già fatto in occasione dello spettacolo organizzato al teatro Verdi per la campagna populista di Renzi, ha dimostrato, ancora una volta, d’essere un bravo “tzeraccu bambu”, disposto a qualsiasi cosa pur d’ingraziarsi “su mere Renzi”, mancando ai suoi doveri di equilibrio e correttezza e di amministratore super partes.

Il FIU Sassari coglie l’occasione per ricordare che terrà aperta la sede di Via Cetti per tutta la giornata di sabato 3, al fine di continuare a fare controinformazione referendaria.