Una Corona de logu per le 377 comunità sarde

Gli amministratori della Corona de Logu riuniti a Bauladu

Sabato 6 ottobre è nata a Bauladu la Corona de Logu, assemblea degli amministratori locali indipendentisti sardi. Nel piccolo centro dell’oristanese si sono riuniti sindaci, assessori, consiglieri di molti comuni della Sardegna: da Tertenia a Borore, da Oristano a Ussaramanna, da Mogoro a Sant’Antioco. Insieme, hanno dato vita alla Corona de Logu: «la casa e la voce degli amministratori locali indipendentisti sardi», come recita l’articolo 1 della Carta Istitutiva.

Presidente del nuovo organismo è stato eletto all’unanimità Davide Corriga, giovane sindaco di Bauladu. Membri del Consiglio di Presidenza sono stati eletti, sempre all’unanimità, Andrea Caschili (assessore di Sarroch), Stefano Deiana (consigliere di Gairo), Marco Manus (assessore di Macomer), Maurizio Onnis (sindaco di Villanovaforru), Denise Pintori (consigliere di Terralba), Stefano Zola (consigliere di Galtellì).

Obiettivo primario della Corona de Logu è «la promozione e la difesa del diritto dei Sardi all’autodeterminazione nazionale» (articolo 9 della Carta Istitutiva), «attraverso lo scambio d’idee e buone pratiche, la formazione interna, l’elaborazione di progetti e posizioni comuni sui problemi dei territori sardi e della Sardegna nel suo complesso, lo sviluppo della capacità di pesare sulla politica sarda» (articolo 11). La nuova assemblea raccoglie infatti il ceto politico che viene dai territori e ci vive, li conosce, ne conosce gli abitanti e sa che le soluzioni ai problemi dell’isola passano per vie d’azione strette e difficili. Vuole soprattutto far crescere questo stesso ceto politico, renderlo coeso, più consapevole, in modo che un giorno dia un contributo determinante alla fondazione della Repubblica di Sardegna. Quanto ai partiti, cui molti amministratori sono legati, troveranno nella Corona de Logu un luogo in cui discutere, attraverso i propri rappresentanti, senza frenesie elettorali.

La Corona de Logu lancerà le sue prime iniziative nelle prossime settimane. È aperta l’adesione agli amministratori indipendentisti dei 377 Comuni della Sardegna. La segreteria della Corona de Logu risponde all’indirizzo di posta elettronica amministradores@gmail.com.