Lo schifo dell’occupazione militare

LA BASE AMERICANA DEL LIMBARA: INQUINAMENTO E MANCATE BONIFICHE. ECCO LE FOTO CHE TESTIMONIANO LO SCHIFO CHE LASCIA L’OCCUPAZIONE MILITARE DELLA SARDEGNA (dalla pagina fb di A Foras – Contra a s’ocupatzione militare de sa Sardigna)

Qualche giorno fa, siamo stati in gita vicino a Tempio, più precisamente in cima al monte Limbara, un vero gioiello situato nella Sardegna nord-orientale.
E’ proprio in uno degli angoli più belli dell’isola che si erge la base radio USAF (United States Air Force), un regalino che gli americani hanno lasciato in gentile concessione all’areonautica militare italiana, ma che di fatto rimane sul groppone della Sardegna e dei sardi.

Questa installazione militare entrò in funzione nel 1966 durante la guerra fredda, con lo scopo di trasmettere, dall’altra parte del mondo, messaggi in codice; diventando il principale centro di controllo delle comunicazioni radio nel mediterraneo.


Non ci vollero tanti anni e con le nuove tecnologie, la base diventò antiquata e non più utilizzabile, con la conseguente dismissione da parte degli americani, che invece di bonificare l’area e tornare da dove sono venuti, hanno avuto la brillante idea di regalare la base all’areonautica militare che, essendo a conoscenza delle condizioni ormai obsolete di quelle apparecchiature, accettò il gentile gesto da parte dell’alleato, abbandonandola a sua volta.
Dal 2008 la mela marcia passa alla Regione Sardegna, proprio così come era nel 1993, senza eseguire un briciolo di bonifica o un briciolo di messa in sicurezza dell’area.

Ecco come appare oggi, un area stuprata e fortemente inquinata vista anche la presenza di piombo, nafta, vetro, lana di ferro e rame, oltre a tutto il materiale e le strutture presenti completamente divelte da 25 anni di completo abbandono.
Non vi è nemmeno un cartello di pericolo o una qualche ostruzione al passaggio nelle zone più pericolanti.

Per questo ribadiamo che AFORAS, oltre a combattere per la chiusura definitiva di tutte le basi militari in Sardegna, si batte anche per la bonifica e la restituzione delle terre alle comunità.

#aforas