Sonos in limba: la musica parla sardo

Le lingue minoritarie e regionali soffrono da sempre di numerosi pregiudizi: considerate lingue rozze, antiquate e in generale “sbagliate” rispetto alla lingua ufficiale vengono di fatto escluse dalla vita ufficiale della società e condannate all’estinzione. La parola “dialetto” è quella che più implica tali pregiudizi insieme a numerosi altri, soprattutto in contrapposizione con  “lingua”. La contrapposizione sociologica lingua/dialetto come quella  urbano/rustico e la considerazione dei “dialetti” come appartenenti a culture considerate arretrate e inferiori o comunque a culture che mancano di autonomia e di prestigio socioculturale, costituisce lo stigma più importante che rende marginali le lingue non di Stato. Queste convinzioni non trovano corrispondenza nella realtà: le lingue minoritarie e regionali hanno le stesse potenzialità delle lingue  considerate di prestigio e pari dignità.

Per il terzo anno consecutivo, l’associazione di promozione sociale Nova Euphonia organizza “Sonos in Limba”, convegno che si propone di contribuire all’abbattimento dei pregiudizi che affliggono il sardo e le lingue alloglotte della Sardegna partendo dall’utilizzo di queste lingue nella musica. La conferenza è realizzata con il sostegno della Regione Sardegna e della Biblioteca Universitaria di Sassari.

Il coro del Nova Euphonia eseguirà per la prima volta due brani inediti composti dal M. Gian Carlo Grandi e dal M. Roberto Piana, entrambi docenti presso il Conservatorio turritano che interverranno nel corso della conferenza. L’insieme vocale sarà diretto per l’occasione dal M. Luca Sirigu e interverrà inoltre il compositore Antonio Lai, docente universitario e fondatore della “Nuova Musica Sarda“, che farà un intervento sull’influenza strutturante della lingua e della cultura sarda nella concezione delle musiche dell’opera “Jana”.

Ospiti dell’evento saranno anche Matteo Leone, jazzista e musicista dell’isola di Sant’Antioco, Daniela Pes, cantante e compositrice gallurese vincitrice del premio Andrea Parodi e i Tribulia, rock band di Capoterra attiva dal 2000. Modera il prof. Marco Garrucciu.

Sonos in Limba mostrerà, attraverso il racconto degli artisti che usano il sardo e le lingue alloglotte della Sardegna, come sia possibile fare musica e cultura, utilizzando le proprie lingue minoritarie e regionali anche in generi musicali non legati alla tradizione locale.

L’appuntamento è per venerdì 27 settembre 2019 alle ore 16,00 presso la Biblioteca Universitaria in Piazza Fiume a Sassari.

Qui di sèguito il programma:
– Saluti iniziali – Introduzione – Gian Carlo Grandi – Roberto Piana – Luca Sirigu – Antonio Lai – Pausa caffè – Tribulia – Daniela Pes – Matteo Leone – Chiusura lavori e ringraziamenti