Gli USA aprono la strada a fascisti e tagliagole in Siria del nord

immagine tratta da Dreamstime

Le truppe nord-americane presenti  nella Siria del Nord (controllata attualmente dalle forze armate curdo-siriane che si ispirano ali principi rivoluzionari del confederalismo democratico) abbandoneranno la zona  per permettere alle forze fasciste turche a centinaia di tagliagola inquadrati in bande loro alleate di condurre una vasta operazione militare in tutta la zona contro .

Ecco il twitt del presidente Trump:

“È il momento per noi di sfilarci da ridicole guerre senza fine, molte delle quali tribali. È il momento di riportare i nostri soldati a casa.Combatteremo solo dove avremo benefici, e combatteremo solo per vincere. Turchia, Europa, Siria, Iran, Iraq, Russia e i curdi dovranno risolvere la situazione e capire cosa voglio fare con i soldati dell’Isis catturati”.

Cartina tratta da AGI

Ecco invece il comunicato delle Forze democratiche siriane (SDF):
“Ai media e all’opinione pubblica internazionale,
Nonostante tutti gli sforzi che abbiamo fatto per evitare conflitti, il nostro impegno per l’accordo sul meccanismo di sicurezza e l’adozione delle misure necessarie a garantire la pace, le forze statunitensi non hanno adempiuto alle loro responsabilità e si sono ritirate dalle aree di confine con la Turchia. L’attacco non provocato della Turchia ai nostri territori avrà un impatto negativo sulla nostra lotta contro l’ISIS e sulla stabilità e la pace che abbiamo creato nella regione negli ultimi anni. Come Forze democratiche siriane, siamo determinati a difendere la nostra terra a tutti i costi. Chiediamo al nostro popolo curdo, arabo, assiro e siriaco di rafforzare la propria unità e sostenere l’SDF in difesa della propria terra.

Comando generale delle Forze democratiche siriane – Federazione della Siria del Nord 7 ottobre 2019″