Natzionalis: la prima festa delle nazionali sarde

Lo sport è politica e questo si sa. Ma di solito si sente parlare dell’accostamento tra sport e politica solo in casi negativi, per esempio dopo i cori incivili e razzisti che rimbombano di curva in curva, di stadio in stadio o delle barbare dichiarazioni di questo o quell’altro capo ultrà infiltrato dall’ultradestra nella curva per diffondere ideologie basate sull’odio e sulla violenza fine a se stessa. Questa volta invece, dalla Sardegna, arriva una bellissima notizia: La FINS (Federatzione Isport Natzionale Sardu) invita tutti i sardi a “Natzionalis”, la prima festa delle Nazionali sportive sarde.

Pubblichiamo di seguito il comunicato:

Sarà una giornata in cui si presenteranno le discipline, si parlerà di sport, e si affronteranno anche le questioni teoriche legate all’esistenza delle nazionali sportive, portando anche esempi internazionali.

Per la parte teorica abbiamo Adriano Cirulli (dottore di ricerca in Sociologia della Cultura e dei Processi Politici all’Universita’ La Sapienza), Carlo Pala (politologo e insegnante di Scienza dell’Amministrazione all’Università degli Studi di Sassari) e Matteo Pische (Legale FINS).

Per gli sport saranno presenti i rappresentanti delle discipline sportive quali Calcio, Hunter Field Target, Powerlifting e Wing Chun.

La Festa si svolgerà questo sabato 16 Novembre a Pabillonis (SU), presso il Nueve, SP 73 e link a google maps  a partire dalle ore 15.00 alle ore 01.00 .

Oltre alle discipline sportive saranno presenti i giochi da tavolo nati in Sardegna, il famoso “Tancas” e il nuovissimo “Spuntino”.

Ci sarà lo spazio anche per il divertimento, a partire da uno spazio dedicato ai bambini, con gonfiabili e realtà virtuale, mentre subito dopo cena vi intratterremo con lo spettacolo pirotecnico e in chiusura la musica di Dr.Drer&Alex P. e Bujumannu.

Vi aspettiamo numerosi.